Home Notizie Attraverso il movimento_Laboratorio espressivo di danza, ritmo e voce
Attraverso il movimento_Laboratorio espressivo di danza, ritmo e voce PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 29 Ottobre 2018 11:38

Foto di Lorenzo Papadia

ATTRAVERSO IL MOVIMENTO_ Laboratorio espressivo di danza, ritmo e voce.
a cura de la Fabbrica dei Gesti condotto da Stefania Mariano

con la partecipazione di
Claudio Prima (musicista);
Rachele Andrioli (cantante);
Isabella Benincasa (insegnante yoga, terapista in psicobiologia, operatrice shiatsu, esperta di medicina tradizionale cinese).

 

Il laboratorio è aperto a tutti, uomini e donne, non è richiesta alcuna preparazione tecnica.

Il laboratorio è incentrato sulla conoscenza e comprensione del proprio corpo, sulle sue risorse espressive/creative.
Utilizzando, esplorando e sperimentando, coscientemente il corpo, nelle sue diverse sfaccettature: movimento, ritmo, voce, respiro, suono, faremo esperienza di come questi linguaggi si intrecciano, si connettono, diventando fonte di un'unica espressione.
Il corpo è movimento, attraverso il quale conosciamo il mondo.
Il corpo è voce, strettamente connessa al movimento, alla danza, al nostro sentire, al processo creativo. 
Il corpo è ritmo, onnipresente, anima e abita ogni nostro gesto e movimento. 
Il corpo è respiro, “la coscienza del respiro e del ritmo respiratorio diventa essenziale, è il primo passo per far nascere un movimento naturale, organico, che coinvolga tutto il corpo.”

Educarci al movimento, alla creatività, alla gestione del nostro corpo, del nostro sentire, innescherà un processo attivo, di benessere, di armonia, orientato a (ri)contattere noi stessi, quelle parti di noi (inesplorate – emerse/abbandonate - presenti/inespresse) che meritano una qualità altra, un’attenzione, una consapevolezza e un nutrimento che passa per “un corpo che si evolve attraverso il movimento”; un movimento che, come dice Martha Graham “non mente mai, è come un barometro capace di rivelare, a chi lo sa leggere, la temperatura dell’anima”.

 

Il lavoro in sala, ci offrirà, in una prima fase, la possibilità di osservare/si, accorgersi di sé, percepire ciò che si muove dentro il nostro corpo, intravedendo il nostro bagaglio di informazioni, le nostre memorie corporee e della mente, come si muovono, comunicano, reagiscono, interagiscono, abilitandoci così, durante le pratiche fisiche/corporee, ad addestrare l’ascolto fisico, per osservare, riconoscere e trasformare, automatismi e schemi motori che, nel tempo, hanno controllato, irrigidito e limitato il nostro corpo, gesto, movimento, espressione.

 

Nella seconda fase, verrà aperto uno spazio creativo di dialogo in una prospettiva transdisciplinare: un approccio in grado di consentire uno dialogo che vada al di là delle singole discipline.
Ogni disciplina (danza, yoga, ritmo, voce/canto) esplorerà aspetti inediti di noi stessi, singolarmente e in gruppo, per sciogliere, rafforzare, armonizzare, alleggerire, il corpo in azione.

Questa nuova esperienza invierà messaggi precisi al sistema nervoso, che a sua volta trasmetterà nuovi stimoli ai muscoli, alla mente, così il corpo sarà pronto a “(ri)strutturarsi”, ad accogliere nuove informazioni, a delineare nuove tracce, per entrare in contatto con ciò che siamo/sentiamo/agiamo nell’istante presente, in relazione a noi stessi e all’altro, in una danza che coincida con la vita stessa, lasciando così il movimento, la voce, il ritmo, il gesto, il corpo, liberi di fluire, e la danza espandersi, per quello che è, nella sua saggezza.

L'obiettivo di tutto il processo è quello di poter trasferire, traslare, l'esperienza vissuta e gli strumenti appresi in ogni ambito della propria vita: personale, professionale, artistica.

QUANDO
Ogni Martedì dalle ore 19.00 alle ore 21.00.
Il corso partirà il 6 novembre 2018. Le iscrizioni sono aperte per tutto il mese di novembre 2018.


DOVE
A Lecce in collaborazione con Viva.io - Psicologia Arte Benessere
A San Cesario di Lecce c/o Domus Medica


INFO
Per info costi e iscrizione contattare il 347 5424126
oppure scrivere una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Stefania Mariano

Danzatrice, coreografa, ricercatrice e formatrice, direttrice artistica dell’associazione, compagnia la Fabbrica dei Gesti di Lecce.
Counsellor in formazione, docente di danza in Artiterapie, collabora con l' Istituto Gestalt di Puglia. Segue da dieci anni il Professor Jean Claude Badard, ricercatore, formatore, esperto di biopsicosomatica e psicogenealogia, e nel 2018 termina la formazione per terapeuti del Corso triennale in Biopsicosomatica, un lavoro di crescita personale un nuovo approccio alla malattia e ai comportamenti che tiene conto delle scoperte e delle ricerche nel campo della Biologia, della Psicosomatica, della Genetica, della Psicobiologia dei Gruppi familiari (ereditarietà psicogenetica).
Da oltre vent'anni promuove una forma artistica fondata sulla corporeità, sul gesto e sull’azione fisica, con un animo transdisciplinare. La sua Fabbrica dei Gesti è uno strumento di ricerca attraverso il quale fare esperienza, è' un "canale di trasmissione" che trasferisce conoscenza: saperi, tradizioni, informazioni, pratiche, attraverso cui poter ricercare e ri-cercarsi, esplorare ed esplorarsi, osservare ed osservarsi. E' uno strumento creativo, di contatto, di relazione, di esperienza fisica, mentale, emotiva, d'integrazione, che passa attraverso il corpo, la propria espressività, il proprio sentire.
Conduce laboratori esperienziali e di formazione, sulle pratiche del corpo finalizzate alla conoscenza di sé e allo sviluppo delle potenzialità espressive/creative, rivolte a diverse tipologie di utenti. Lavora nell'ambito artistico, sociale, educativo, collaborando con Istituti Scolastici, Associazioni culturali, sociali e scientifiche, Cooperative sociali, Artisti e Compagnie di teatro, danza e musica, italiane e straniere.

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Ottobre 2018 12:07
 
 

Newsletter

: