Corpi in-Versi: La Drammaturgia dei Gesti con Marcelo Bulgarelli e Stefania Mariano Stampa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 10 Aprile 2019 08:59

Il laboratorio, corpo centrale del percorso di studi e formazione ideato e organizzato da la Fabbrica dei Gesti all'interno de Open Call| Pratiche Corporee propone lo studio e la sperimentazione di pratiche corporee, per sviluppare la costruzione di una drammaturgia del movimento secondo i principi della Biomeccanica di Meyerhold con Marcelo Bulgarelli e Stefania Mariano presso Asdfluid Lecce.

CORPO IN-VERSI: LA DRAMMATURGIA DEI GESTI

Il seminario propone lo sviluppo di pratiche corporee per la comprensione e la costruzione di una drammaturgia del movimento.

Attraverso questa esperienza, si agirà su quei meccanismi che partecipano alla costruzione del significato nel corpo dell'attore, danzatore, perfomer, e quindi situarlo come possibilità di comunicazione, generatore di azioni e sensi.

Attraverso esercizi fisici specifici, con base ai principi della Biomeccanica de Meyerhold, verrà sviluppata l'idea di un corpo "in versi", che mira a stimolare la poetica e l'immaginazione della muscolatura alla ricerca della gestualità, narrativa e drammaticità, nell'espressione dell’artista.

Un corpo "inverso", al contrario, che mette in gioco, in relazione, il gesto con il suo significato. Il principio del contrappunto.

Un corpo "verso" l’altro per cercare il gioco, il dialogo e il contatto (compagno di lavoro, patner, pubblico).

Il laboratorio, dunque, rivolto a danzatori, performer, attori e a chiunque fosse interessato, intende promuovere la possibilità di nuove composizioni drammaturgiche del movimento, all'interno del sistema della biomeccanica.

La fine di questo processo si tradurrà nella presentazione di una scena o di una coreografia, risultato dell'articolazione tra lavoro pratico e fisico e composizione di una scrittura scenica.

Le procedure tecniche proposte si baseranno sui principi di Theatre Biomechanics, un sistema di educazione teatrale creato dall'attore e regista russo Vsevolod Meyerhold all'inizio del XX secolo. Questo sistema è composto da diversi principi che aiutano l'artista a sviluppare consapevolmente la sua arte, stimolando il processo creativo, organizzando e guidando l'attore / attrice / danzatore / danzatrice nello spazio, sviluppando l'economia dell'energia fisica stessa e dare ritmo e forma al movimento. Nel laboratorio, tutti gli esercizi mirano al corpo come mezzo espressivo, creativo e primario di comunicazione, e quindi fornisce un modo autoriale per ciascuno di sviluppare la propria narrativa nell'arte.

CALENDARIO:
1 febbraio dalle ore 18.30 alle 21.30
2 e 3 febbraio dalle ore 10,30 alle 13,30 (pausa pranzo) dalle 15,00 alle 18.00
3 febbraio dalle ore 19,00 dimostrazione di fine laboratorio

Scadenza iscrizione 30 gennaio 2019

Ultimo aggiornamento Mercoledì 10 Aprile 2019 09:07